Didattica a distanza - Il Comune destina 5000 euro alla scuola - Comune di Savignano sul Rubicone

archivio notizie - Comune di Savignano sul Rubicone

Didattica a distanza - Il Comune destina 5000 euro alla scuola

 

IL COMUNE DESTINA 5000 EURO ALLA SCUOLA PER LA DIDATTICA A DISTANZA

Dal 15 aprile inizierà la distribuzione dei dispositivi a domicilio a cura della Protezione civile

 

Per sostenere la scuola, in prima linea nell’affrontare la didattica nella quarantena imposta dall’emergenza sanitaria, il Comune di Savignano sul Rubicone ha deciso di destinare 5000 euro all’Istituto comprensivo di Savignano. Si tratta di una somma che il bilancio aveva in serbo per le funzioni miste del personale Ata, non più dovuta per la mancata corresponsione del servizio. 

 

            L’accordo intercorso tra l’Amministrazione Comunale e la Dirigente scolastica Catia Valzania è quello di destinare i soldi all’acquisto di dotazioni informatiche da assegnare in comodato d’uso alle famiglie che non hanno la possibilità di provvedere, per consentire a tutti gli studenti di seguire le lezioni a distanza. A partire dal 15 aprile inizierà la distribuzione a domicilio della prima fornitura, una ventina di pezzi, a cura della Protezione civile che procederà a step.

 

            Se la chiusura delle scuole sarà ulteriormente prorogata, il Comune verserà altri 5000 euro.  Una volta finita l’emergenza, le attrezzature saranno restituite alla scuola, a rinforzo della dotazione informatica dell’Istituto comprensivo.

 

            “A nome mio e di tutta la comunità scolastica che rappresento  - afferma la Dirigente scolastica Catia Valzania - voglio esprimere profonda gratitudine per il contributo elargito dall’Amministrazione Comunale. Questa somma  ci permette di acquistare, in primo luogo, dispositivi digitali in favore degli studenti che ne erano sprovvisti e rappresenta, per noi, un grande segno di fiducia nel nostro operato. La scuola è parte attiva della Società e concorre di fatto alla formazione dei cittadini realizzando un investimento per la società stessa”.

 

            “Ci tengo a precisare – continua Valzania - che l’Amministrazione si è sempre dimostrata sensibile alle necessità della scuola e, in questo particolare momento, il contributo rappresenta un segno tangibile della collaborazione che rende fattibile un diritto soggettivo, costituzionalmente tutelato. Dopo la pausa pasquale, procederemo con la distribuzione della prima fornitura di computer alle singole famiglie richiedenti. I dispositivi sono stati assegnati secondo i criteri deliberati dal Consiglio di Istituto.

 

            Come Scuola ci siamo attivati fin da subito per garantire il diritto allo studio di tutti i nostri studenti, intervenendo nei tre ordini, secondaria di 1° grado, primaria, infanzia. I docenti hanno predisposto lezioni in modalità di didattica a distanza tenendo conto delle esigenze dei singoli studenti, ponendo grande attenzione alle attività individualizzate per alunni con bisogni educativi speciali, mantenendo i corsi di alfabetizzazione per stranieri ed esaltando tutte le forme di laboratorio disciplinari e interdisciplinari.

 

            La Scrivente si è fatta carico di raccogliere tutte le richieste pervenute dai docenti in ordine alle necessità espresse dagli studenti, che sono numerose: personalmente ha telefonato alle famiglie per sensibilizzare la partecipazione dei figli alle attività previste, intervenendo sulla ricognizione dei dispositivi necessari per garantire qualità della didattica a distanza.

 

            I ragazzi e le famiglie sono stati supportati dai docenti nella fase di avvio delle attività attraverso l’invio di tutorial esplicativi e videochiamate per l’affiancamento passo a passo nelle procedure di attivazione delle varie piattaforme didattiche. C’è stata un’ottima risposta da parte dei ragazzi e delle famiglie, che ringrazio per essersi adoperate, con tutte le fatiche annesse, per realizzare in concreto le attività proposte.

 

            Per garantire pari opportunità di istruzione – conclude la Dirigente – sono stati coinvolti tutti i soggetti attivi nel processo scolastico: Collegio docenti, Consiglio di istituto, Segreteria, Personale scolastico e Rappresentanti di classe.  Sono state prese decisioni, definite procedure e regolamentato modalità di lavoro, dalla definizione dei contenuti agli strumenti per il monitoraggio dei risultati. Il particolare momento richiede uno sforzo comune a beneficio dei singoli studenti. È fondamentale pertanto continuare a lavorare tenendo a mente l’obiettivo finale: mantenere un livello alto di istruzione perché servirà loro nella vita privata, civile e professionale futura” .

 

            “Il diritto allo studio per noi è un tema fondamentale – spiega il vicesindaco del Comune di Savignano sul Rubicone Nicola Dellapasqua -. Oltre a questo intervento, ci siamo attivati anche per continuare a mettere in campo ore di educatori destinati ai portatori di disabilità. Si tratta sempre di interventi educativi forniti on line. L’obiettivo è quello di contenere il più possibile i disagi che derivano da questa condizione di emergenza  che purtroppo genera disuguaglianze. Cerchiamo di dare a tutti gli strumenti per accedere al diritto allo studio”

 

“È fondamentale per gli studenti mantenere il contatto con i propri insegnanti e con l'ambiente scolastico  – afferma il Sindaco Filippo Giovannini -. Ringrazio il corpo docenti per aver mantenuto costante in questi mesi la continuità educativa e il rapporto umano con i propri studenti”.

 

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (92 valutazioni)